PROGETTO SUD FESTIVAL è una manifestazione musicale (ma non solo) che in 5 anni ha saputo conquistare una posizione di rilievo tra i festival del centro sud Italia arrivando anche ad una buona visibilità nazionale. E’ un progetto “artigianale”, il che vuol dire grande cura nella preparazione e nell’organizzazione della tre giorni. E’ un’occasione per unire due elementi di rilievo ed importanza: musica e cibo. Il tutto poi in un contesto geografico e paesaggistico di grande interesse e bellezza. Aggiungiamo quindi (se interessa) anche il mare in relazione oltretutto al periodo (fine agosto) in cui tutto si svolge: periodo di fine vacanze.

Il calendario di quest’anno è con nomi interessanti e differenti tra loro che regalano molta varietà alla proposta.

Ne abbiamo parlato con Antonio Cane, uno dei ragazzi dell’organizzazione del Progetto Sud Festival. Ecco cosa ci ha raccontato

Ci puoi fare brevemente la storia del festival che è arrivato alla 5^ Edizione?

Il festival come tutte le cose quando le fai per passione e non per lavoro, nasce per gioco. Alla prima edizione, a cui avevamo abbinato la sagra della pizza, si esibì Eugenio Bennato. Abbiamo avuto un ottimo riscontro che non ci aspettavamo, circa 5mila presenze. Il secondo anno abbiamo deciso di farlo di due giorni e abbinarci un vero e proprio street food, però la partecipazione dei truck non fu delle migliori ne aderirono 5, in compenso erano cresciuti i partecipanti, circa 15mila in due giorni. Gli anni successivi ci fu un boom sia di presenze che di truck street food, ben25. Per quest’anno ci aspettiamo 90mila presenze.

La scelta della gratuità è importante. Come riuscite a coprire i costi?

Dobbiamo ringraziare innanzitutto gli sponsor, senza di loro Progetto Sud Festival non esisterebbe, poi la Eventi e Servizi che organizza il mercatino nel periodo estivo alla marina di San Salvo e dandoci una mano dal punto di vista economico. Inoltre c’è l’amministrazione comunale e gli incassi dello street food.

Il pubblico è prevalentemente “locale” o ci sono anche affluenze da altre zone?

Assolutamente si, vengono in molti da fuori regione.

Com’è stato costruito il calendario di quest’anno?

E stato studiato nei minimi dettagli, prendendo tre generi musicali diversi tra loro per accontentare le varie fasce d’età.

Chi è che non siete riusciti a portare per questa edizione e chi vi piacerebbe in assoluto avere come ospite?

Allora quando vedrete la partecipazione dei Manu Chao sarà l’ultima edizione di Progetto Sud Festival, vuol dire che abbiamo realizzato un nostro sogno.

Puoi descrivere anche la zona geografica dove si svolge il festival?

San Salvo è una piccola cittadina dell’Abruzzo di 20mila abitanti ed è al confine con il Molise, perciò oltre l’Abruzzo prendiamo una fascia anche del Molise per quanto riguarda il pubblico. Abbiamo l’uscita dell’autostrada a 1km dall’evento e, sempre a 1km, l’uscita della Trignina. Inoltre siamo a 2km dalla stazione ferroviaria, perciò è il festival è dislocato in un punto strategico e facilmente raggiungibile.

Oltre alla musica sono previste altre iniziative. Quali sono e come le avete scelte?

Il nostro slogan è PROGETTO SUD FESTIVAL non solo musica…perché al suo interno troverete Street Food D’aMare l’originale cibo da strada con oltre 25 truck che ci delizieranno dei loro prodotti provenienti da tutta Italia.

Inoltre, in un ambito completamente diverso, ci siamo fatti una domanda:  quanto ne sanno davvero i ragazzi sull’#HIV? L’indagine, attuata negli ultimi cinque anni scolastici, evidenzia grandi limiti nelle conoscenze, sulle modalità di trasmissione del virus e di protezione individuale soprattutto negli istituti tecnici e nelle scuole professionali. Persiste inoltre una significativa percentuale di studenti che dichiarano di non aver mai sentito parlare di HIV/AIDS.

Così, a riguardo PROGETTO SUD FESTIVAL insieme a D’AMBROSIO SEAWEARstanno creando un progetto chiamato “CON PROGETTO SUD TI METTI AL SICURO” per la prevenzione tra i ragazzi al SESSO SICURO. Ed abbiamo anche fatto delle magliette .

Quindi, gli organizzatori vi aspettano il 24/25/26 agosto; non potete mancare all’evento gratuito più importante del centro sud Italia

via