Venerdì 25 agosto in apertura si esibirà il cantautore folk/blues calabreseSantino Cardamone e a seguire saliranno sul palco del festival i Modena City Rambles, gruppo folk rock che da ben 25 anni proponeil connubio vincente tra testi impegnati e sound che riprende i brani della tradizione popolare irlandese.Tanti gli album di successo dello storico gruppo tra i quali “Riportando tutto a casa” con ben 200mila copie vendute, “La grande famiglia”, “Terra e libertà”, “Fuori Campo”, “Viva la vida, muera la muerte” prodotto da Max Casacci dei Subsonica che contiene la canzone “Ebano” vincitrice del prestigioso premio “Amnesty – Voci per la libertà” come esempio di brano impegnato nell’ambito delle tematiche dei diritti umani e poi tantissimi altri fino ad arrivare agli ultimi lavori musicali della band “Tracce Clandestine “ e “Mani come rami, ai piedi radici”, uscito lo scorso 10 marzo per l’etichetta della band, Modena City Record,in cd e vinile a tiratura limitata. Tante, in più di venti anni di carriera, le collaborazioni di prestigio del gruppo con nomi di grosso calibro, tra cui Francesco Guccini, Piero Pelù, GoranBregovic e lo scrittore cileno Luis Sepulveda, autore del brano “Una PerfectaExcusa”.

Sabato 26 agosto toccherà alla Piccola Underground Orchestra che tornerà anche quest’anno sul palco di Progetto Sud Festival e a seguire il ritmo coinvolgente del noto trombettista Roy Pacie i suoi Aretuska. Di orientamento ska/jazz il gruppo siciliano che si è formato nel 1998 prende il nome non a caso dalla fonte siracusana “Aretusa”. La band si è esibita in famosi festival internazionali come il Lowlands nei Paesi Bassi, il SunSplash in Austria, il Klinkers in Belgio, il Pepsi Island di Budapest (Ungheria), il SummerJam di Colonia (Germania) e il Gurten di Berna (Svizzera).Il gruppo ha partecipato a programmi televisivi nazionali come Stasera pago io con Fiorello (Rai 1), MTV Supersonic (MTV), Play It (Rete A – All Music) e Zelig (Canale 5). Per Zelig Roy Paci e gli Aretuskasono statiresident band e il loro brano “Viva la vida” è diventato sigla del programma. Nel 2007 è arrivato il tormentone “Toda Joia TodaBeleza” che ha spalancato a Roy e compagni le porte della grande notorietà.

Domenica 27 agosto si esibiranno sul palco del festival Mama Marjase il rapper Clementino con il suo “Vulcano Summer Tour” che toccherà anche San Salvo. Il tour prende il nome dal suo quinto album, “Vulcano”, uscitoa marzo scorso e, ad una settimana dall’uscita, già sul podio della classifica degli album più venduti, aggiudicandosi il terzo posto in classifica dietro solamente a “Spirit” dei Depeche Mode al primo posto e a “Divide” di Ed Sheeran al secondo. L’album rispecchia letteralmente lo stato d’animo di Clementino che spiega “come il fuoco sotto forma di lava che escedal vulcano, così sono nate le rime che hanno dato origine alle canzoni”. Il rapper, che ha peraltro collaborato anche con Fabri Fibra nel duo musicale Rapstar, ha partecipato all’ultimo Festival di Sanremo con il brano inedito “Ragazzi fuori”, classificatosi sedicesimo nella serata conclusiva.

Dopo i concerti, in tutte e tre le serate del festival, la festa continuerà al Lido “La Caravella” con dj set e tanto divertimento. Insomma il 25, 26 e 27 agosto a San Salvo sarà di scena la musica di qualità che fa di “Progetto Sud festival” uno degli eventi musicali più seguiti e rappresentativi del Centro Sud Italia.